Precedente

Aria nuova, dentro e fuori casa – Ispirazioni di marzo

Successivo

Ispirazioni di marzo

Aria nuova, profumi nuovi e tanta luce in più: il mese di marzo segna la fine dell’inverno, con le sue penombre e il suo grigiore, e l’arrivo della primavera, che porta finalmente luce e colore!

Ora è il momento di respirare di nuovo, uscire all’aria aperta ma anche far sì che gli ambienti domestici respirino di più.

L’inverno, con la sua umidità, lascia spesso dei pessimi souvenir in casa: l’alternanza caldo-freddo, unita ad un’eccessiva umidità, produce una combinazione perfetta per la nascita della muffa. Che – come sappiamo – non è solo antiestetica ma soprattutto estremamente dannosa per la salute di grandi e piccini.

Anche la più piccola macchia non può essere trascurata perché, se non debitamente trattata, crescerà velocemente espandendosi in tutti gli ambienti.

La muffa infatti, che è composta di batteri e spore, prolifera velocemente in macchie sempre più scure e sempre più compatte che un po’ per volta “mangiano” le pitture e poi gli intonaci delle pareti. Perché proprio in primavera le macchie di muffa emergono di più? Perché hanno avuto tutto l’inverno per svilupparsi e crescere indisturbate, a causa di un insufficiente isolamento termico delle pareti oppure di un’insufficiente ventilazione degli ambienti, con conseguente ristagno dell’umidità.

Se ti consigliamo di fare entrare aria fresca in casa, non è per caso: una corretta ventilazione degli ambienti, infatti, è tra i sistemi di prevenzione più efficaci per prevenire la formazione di macchie di muffa.

Ma quando il problema della muffa è già sorto, come fare?

 

Rimuovere macchie di muffa dalle pareti e rendere nuovamente salubri gli ambienti è possibile, utilizzando ovviamente i giusti prodotti.

 

STEP 1- detergere accuratamente le pareti, togliendo tutta la muffa

Prima di applicare qualsiasi prodotto, la parete interessata va ovviamente bonificata, eliminando le spore e i batteri già presenti. Noi ti consigliamo di applicare BioSistem Spray, che farà sparire le macchie scure dalla parete senza fatica, e poi Titansan, per sanificare a fondo la superficie da trattare.

 

STEP 2 – proteggere le pareti, con i prodotti adeguati.

Una volta che la parete è sanificata, è il momento di stendere una nuova pittura, specifica per impedire il riformarsi delle muffe. In questo caso puoi scegliere tra le tante finiture, opache o semiucide, delle pitture Biosistem Antimuffa Superlavabili o della pittura SK Traspirante che completeranno l’intervento protettivo e impediranno la successiva rinascita dei microorganismi. Se invece vuoi usare un pittura non antimuffa, puoi comunque integrarlo con un Additivo Antimuffa: noi ti suggeriamo il nostro AM100.

 

Scopri tutti i prodotti antimuffa della linea Biosystem Colsam